La tutela dei minori e dei soggetti vulnerabili nella rete

tutela

La tutela dei minori e dei soggetti vulnerabili nella rete.
Grooming, sexting, cyberbullismo

16/04/2018 – 26/05/2018

Università degli studi di milano
Aula crociera / aula 431 Via festa del perdono, 7
Milano
20 Crediti ECM

Finalità del corso
Sono “vulnerabili” tutte quelle persone che corrono il rischio di subire danni o prevaricazioni o nocive attenzioni con una frequenza superiore alla comune soglia di tolleranza.
La “vulnerabilità” non è una manifestazione di debolezza, quasi fosse la dimostrazione di una condizione difettosa; essa, piuttosto, è il perpetuarsi di un disequilibrio nella relazione tra un soggetto e il suo mondo, dimostrandosi quest’ultimo inidoneo ad accogliere le caratteristiche ed i bisogni di quella specifica persona ed esprimendo, all’opposto, una violenza contro di lei.
Questa inquietante condizione di disequilibrio è evidentemente più facile che si produca a danno di chi non dispone di efficaci fattori protettivi a sua difesa ed è tanto più elevata quanto meno il soggetto conosce le effettive minacce per sé presenti nell’ambiente.
L’ambiente può essere quello domestico, quello scolastico o lavorativo, quello del quartiere di residenza, ma sempre più spesso è l’ambiente digitale ad essere teatro degli attacchi e delle vulnerabilità.
Nelle relazioni cosiddette virtuali, nei contatti “social”, in chat si esprimono con sempre maggior frequenza forme di aggressività, intimidazione od anche mortificazione dalle quali è difficilissimo difendersi. Così come non è semplice neppure identificare le minacce criminali (quali ad esempio il grooming, l’adescamento in rete dei minori) che si presentano sotto le vesti dell’innocua “richiesta di amicizia”.
Con frequenza sempre maggiore gli operatori dei servizi socio-sanitari, scolastici ed educativi si trovano di fronte a situazioni nelle quali un soggetto ha vissuto in rete esperienze marcatamente negative, e sempre più spesso fatti lesivi compiuti on line arrivano nelle aule giudiziarie o sono enfatizzati dai mass media.
Se i minori e le donne possono essere considerati tra i soggetti più vulnerabili in rete, occorre fare attenzione ad evitare che si producano generalizzazioni: al fine di poter intraprendere idonee azioni di tutela, chi riceve una richiesta di aiuto o viene informato di un episodio di violenza telematica deve poter disporre degli strumenti utili a comprendere l’entità dell’accaduto collocandolo nella sua appropriata cornice giuridica.

Obiettivi del Corso
Il Corso di Alta Formazione La tutela dei minori e dei soggetti vulnerabili nella rete. Grooming, sexting, cyberbullismo organizzato dall’ente formativo specialistico Sike, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Giuridiche “Cesare Beccaria” dell’Università degli Studi di Milano, è volto a fornire ai partecipanti un’adeguata conoscenza dei profili di vulnerabilità nella rete e delle normative di riferimento a tutela dei soggetti vulnerabili, con particolare attenzione ai minori.

Saranno nello specifico approfonditi e dettagliati tre fenomeni sempre più allarmanti: l’adescamento dei minori in rete a fini pedopornografici (grooming); la condivisione tra adolescenti di materiale autoprodotto sessualmente caratterizzato (sexting); la realizzazione con i mezzi di trasmissione digitale di azioni prevaricatorie o vessatorie variamente caratterizzate (cyberbullismo).
Per ognuna di tali condotte verranno inquadrati gli aspetti giuridici e saranno studiati casi clinici e giudiziari al fine di consentire ai partecipanti l’acquisizione di competenze concretamente utilizzabili nel proprio contesto professionale o di studio.

Per favorire il confronto multidisciplinare, oltre alle discussioni casistiche che saranno svolte in sede d’aula, il corso si concluderà con una tavola rotonda con contributi socio-giuridici, clinici e di esperti della comunicazione, alla quale saranno presenti anche i partecipanti alle giornate formative su Adolescenza, corpo e linguaggio nel reame dei social che si effettuerà nelle giornate del 24 e 25 maggio 2018 nell’ambito del programma di formazione e ricerca Lab_O.

Quota di partecipazione: € 380,00

Professioni accreditate: Psicologi, Ostetrica, educatore professionale, Medico chirurgo

Programma

LUNEDÌ 16 APRILE 2018 SOGGETTI VULNERABILI IN RETE RELATORI
ore 14.30-16.00 Soggetti vulnerabili e strumenti di tutela giuridica Raffaele Bianchetti
ore 16.15-18.30 La vulnerabilità in rete: nuovi fenomeni e nuove domande Giovanni Ziccardi

LUNEDÌ 23 APRILE 2018 GROOMING E PEDOFILIA IN RETE RELATORI
ore 14.30-16.00 Inquadramento fenomenologico e normativo Elena Mariani
ore 16.15-18.30 Azioni di prevenzione e contrasto: esperienze di polizia giudiziaria Giovanni Coletti

LUNEDÌ 7 MAGGIO 2018 SEXTING RELATORI
ore 14.30-16.00 Inquadramento normativo del fenomeno tra teoria e prassi Malaika Bianchi
ore 16.15-18.30 Analisi casistica criminologico-giuridica Alessandro Rudelli

LUNEDÌ 14 MAGGIO 2018 CYBERBULLISMO RELATORI
ore 14.30-16.00 Inquadramento fenomenologico e normativo Ciro Grandi
ore 16.15-18.30 Analisi casistica criminologico-giuridica Raffaele Bianchetti

SABATO 26 MAGGIO 2018 TAVOLA ROTONDA CONTRIBUTI
ore 9.15-13.15 Figure adolescenti: la comunicazione sessualizzata in chat.

Coordina: Raffaele Bianchetti

Raffaele Bianchetti Laurea in Giurisprudenza, Specializzazione in Criminologia clinica Docente del Dipartimento di Scienze giuridiche “Cesare Beccaria”, Università degli Studi di Milano; giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Milano
Giovanni Ziccardi Laurea in Giurisprudenza Docente del Dipartimento di Scienze giuridiche “Cesare Beccaria”, Università degli Studi di Milano; Direttore del Centro di Ricerca Coordinato in “Information Society Law” dell’Università degli Studi di Milano
Elena Mariani Laurea in Giurisprudenza, Specializzazione in Criminologia Clinica, Dottorato di ricerca in Diritto penale Esperto componente presso il Tribunale di Sorveglianza di Milano
Giovanni Coletti Laurea in Ingegneria Elettronica – Telecomunicazioni Capitano, Comando Provinciale Carabinieri di Milano
Malaika Bianchi Laurea in Giurisprudenza Docente del Dipartimento di giurisprudenza, Università degli Studi di Parma
Alessandro Rudelli Laurea in Filosofia Socio-semiologo, giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Milano
Ciro Grandi Laurea in Giurisprudenza  Docente del Dipartimento di Giurisprudenza, Università degli Studi di Ferrara
Luca Bernardo Laurea in Medicina e chirurga, specializzazione in Pediatria Direttore del Centro Multidisciplinare sul disagio adolescenziale ASST Fatebenefratelli Sacco
Mauro Croce Laurea in Psicologia, Specializzazione in Criminologia clinica Psicologo psicoterapeuta, responsabile di servizi di educazione sanitaria ASL Verbania; docente di Psicologia Sociale alla Scuola Universitaria di Lugano e all’Università di Aosta
Marco Dotti Laurea in Editoria Giornalista, docente alla facoltà di Comunicazione Interculturale e dei media all’Università di Pavia
Matteo Lancini Laurea in Psicologia, Laurea in Filosofia, Specializzazione in “Clinica della Formazione” Docente del Dipartimento di psicologia, Università Milano Bicocca; direttore del Master in prevenzione e trattamento delle dipendenze da internet in adolescenza
Anna Poli Laurea in Giurisprudenza Giudice presso il Tribunale per i Minorenni di Milano

Per informazioni e iscrizioni
Sike Società Cooperativa
Via Visconti di Modrone n. 2, 20122 Milano
Tel. 02.84543418
Fax. 02.84543429
E-mail: formazione@istitutosike.com
Sito: www.istitutosike.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi